Noi siamo Skok!
Zabura
Zabura T Friulano DOC Collio

Zabura è un nome antico, legato direttamente alla nostra terra: già nelle antiche mappe catastali dell’Impero Austriaco che rappresentano la tenuta Skok, è indicato l’appezzamento di terreno, il Cru, dove abbiamo piantato le viti, proprio con il nome Zabura.

Grazie al nome ed al particolare disegno dell’etichetta, molte persone richiedono questo nostro vino dicendo: “Dammi una Zeta!”

La coltivazione delle 2.600 viti viene fatta su poco meno di 5 mila metri quadri. Il terreno è costituito in massima parte da Ponca, un particolare terreno, tipico del Collio, composto da stratificazioni di marne argillose e arenarie sabbiose di origine eocenica. La ricchezza di carbonato di calcio influenza direttamente la costituzione minerale e organica dell’uva.

Con l’obiettivo della qualità più alta, abbiamo tenuto pochissime gemme per pianta e si è effettuata una ulteriore diradazione in fase di invaiatura, per far esprimere al meglio lo Zabura.

Premi e Guide

Premi Zabura
Caratteristiche e Abbinamenti

All’analisi visiva il colore risulta giallo paglierino. Al naso, oltre la tipicità di mandorla, si sposano dei piacevoli profumi mielati. All’esame gustativo si percepisce la caratterizzazione delle componenti morbide degli alcoli e polialcoli che avvolgono piacevolmente il palato.

Come accostamento al cibo, si sposa molto bene con antipasti a base di prosciutto: noi consigliamo il prosciutto di San Daniele o di Sauris e per gli assoluti intenditori il prosciutto di Cormòns di D’Osvaldo.

Con i primi piatti trova la sua dimensione: notevole con il rotolo di radicchio, ottimo l’accostamento con le zuppe, meglio se sono le tipiche zuppe del Friuli o della Venezia Giulia.

Si consiglia di degustarlo ad una temperatura intorno ai 12 °C.