SKOK

Bianco PeAr

rosso travestito da bianco

Bianco PeAr Skok

Assemblaggio bianco di Chardonnay, Pinot Grigio e una piccola parte di Sauvignon. Una parte dello Chardonnay viene lasciato surmaturare sulla pianta e poi viene passato in barrique in modo da dargli un tondo sentore di vaniglia.

Le viti

Le piante di Chardonnay, Pinot Grigio e Sauvignon si trovano su Ponca, la marna arenaria caratteristica del Collio. La densità di impianto è tra le 4.500 e le 5.500 piante per ettaro. La resa media è tra i 55 e i 75 quintali ettaro (ma qualche vigneto fa i capricci!). In pratica ci sono tra due e mezzo ed i tre kilogrammi per pianta.

La vendemmia

La vendemmia è effettuata a mano con rigorosa selezione dei grappoli: nella cantina Skok entra solo l'uva perfettamente sana. Prima dell'invaiatura viene effettuata la vendemmia verde, si tagliano i grappoli molto prima della maturazione, per avere solo il giusto numero di grappoli per pianta.

La trasformazione

L'uva viene diraspata e fatta macerare a freddo intorno ai 12°C per una dozzina di ore. Pressatura soffice a circa un'atmosfera, praticamente è tutto 'fiore'. Decantazione statica del mosto per eliminare ogni impurità. Fermentazione con lieviti inoculati, stiamo facendo ricerche e sperimentazioni per migliorare il rapporto tra mosto e lievito. A fine fermentazione lasciamo il vino su tutti i lieviti per sette otto mesi. Il batongage è effettuato nel primo periodo, poi lasciamo tranquillo il vino.

L'imbottigliamento

Prima dell'imbottigliamento viene fatta la decantazione a freddo per separare il vino dai lieviti esausti. Il vino viene imbottigliato seguendo l'antica tradizione della giusta fase lunare. Imbottigliamo in primavera con la luna di Pasqua, poco prima o poco dopo la luna piena. Il vino in bottiglia resta in cantina a riposare per un mese.

Il vino

Bianco PeAr Skok dà l'esatta misura di come vogliamo che un vino bianco maturi in barrique. Il legno, praticamente, non si sente mentre il vino acquista una nota di vaniglia al naso e una grande rotondità in bocca. Si possono percepire le note dei diversi varietali e della parte di Chardonnay che è lasciata surmaturare al limite dell'appassimento sulla pianta. Il Bianco PeAr è un vino importante ed è importate per l'azienda che lo ha dedicato ai suoi fondatori Giuseppe "Pepi" ed Armando.

Vigna Skok
Vino & Cibo

Bianco PeAr e i piatti

Accostamenti

Accostare il Bianco PeAr ai piatti può dare molte sorprese: spesso lo definiamo un rosso travestito da bianco. Il corpo deciso, la lunghezza e la rotondità finale permettono di berlo con piatti di carne bianca ed anche rossa. Molti primi piatti decisi sono esaltati dal tono deciso del Bianco PeAr.

Con i piatti…

Merluzzo con carciofi fritti e polentona morbida. Calamaro ripieno, filetto di vitello glassato e ratatouille. Se volete proprio far fare le capriole alle papille gustative spaghetti alla carbonara.

Degustazione

Dorato con intarsi verdi brillanti. Note di mela fuji, miele mille fiori, tabacco dolce, lime, susina e gelsomino con un soffio di erbe aromatiche. Saporito regala una fresca persistenza balsamica, si distende con appagante simmetria e chiude su memorie agrumate. Temperatura di servizio intorno ai 14°C

le giude recenti

riconoscimenti al Bianco PeAr Skok

  • Vini d'Italia 2020 Gambero Rosso

    Gambero Rosso

    Skok Bianco PeAr 2017  Due bicchieri

    Bicchiere  Bicchiere

    massimo 3 bicchieri

  • Guida Vitae 2020 Ass. Sommelier

    Vitae

    Skok Bianco PeAr 2017  Tre tralci

    Tralcio  Tralcio  Tralcio 

    massimo 4 tralci